Home / News / Terremoti: epicentri a Randazzo e Rossiglione e l’Etna si risveglia

Terremoti: epicentri a Randazzo e Rossiglione e l’Etna si risveglia

In base alla ultime rilevazioni dell’Istituto di Geofisica e Vulcanologia di Roma, lo sciame sismico che ha interessato la Sicilia e la Liguria per tutta la giornata di ieri e dell’altro ieri, sembra essere avviato all’esaurimento. Le scosse, infatti, già a partire da ieri mattina sono diventate sempre meno frequenti e meno intense. Tutta l’attività sismica si è sviluppata sempre attorno gli stessi epicentri collocabili a Randazzo, nella parte nord di Catania e a Rossiglione, comune ligure dei pressi di Genova. L’area interessata dai terremoti è stata decisamente circoscritta e, in base alle continue rilevazioni effettuate dai Vigili del Fuoco e dal personale della Protezione Civile, non ci sarebbero stati danni a cose a o persone. Quella che non è mancata, invece, è stata la paura. La gente, infatti, è scesa per strada sia nelle zone nord di Catania che nel comune ligure di Rossiglione, dove i movimenti sono stati avvertiti in modo distinto.

In questo momento la situazione è completamente sotto controllo anche se non mancheranno le famiglia che per tutta la giornata si terranno lontane delle loro abitazioni.

L’origine dei due terremoti è completamente diversa. Nel caso del movimento di Catania, infatti, gli esperti sono convinti che esso sia il segnale della ripresa dell’attività dell’Etna. Non è infrequente, infatti, che sciami sismici così lunghi annuncino una nuova stagione di attività per l’imponente vulcano. Per quanto riguarda invece il terremoto che ha colpito la Liguria non è da escludere che esso possa essere considerato un evento circoscritto e che quindi dopo l’iniziale scossa e il leggero sciame non ci siano più altri movimenti. E’ questo l’avviso dei tecnici che stanno eseguendo una serie di sopralluoghi per verificare le tante segnalazioni che sono giunte. Le prossime ore potrebbero fornire dettagli nuovi sull’evento che ha colpito l’area di Rossiglione.

Loading...