Terremoto sul Pollino 18 ottobre 2012

18 ottobre 2012 10:050 commenti

In Calabria la terra trema ancora. L’Ingv (istituto nazionale di geofisica e vulcanologia) ha registrato una nuova scossa di terremoto di magnitudo 3.5 della scala Richter tra Basilicata e Calabria, sul massiccio del Pollino.

La scossa, registrata alle 4.51 di stamane, giovedì 18 ottobre, ha avuto l’epicentro a soli 7.8 km di profondità, tra Mormanno (in provincia di Cose) e Rotonda e in provincia di Potenza. La stessa zona da circa due anni è interessata da uno sciame sismico con oltre 600 movimenti.


Coinvolti i comuni di Mormanno, Laino Borgo e Laino Castello in provincia di Cosenza, Rotonda  in provincia di Potenza, in Basilicata. Tra l’altro, trattandosi di un evento molto superficiale, il terremoto è stato chiaramente avvertito dalla popolazione. I cittadini si sono riversati in strada spaventati dopo l’ennesima scossa, ma secondo quanto riferito dalle forze dell’ordine, non sono stati segnalati danni a cose o persone. Dopo la prima scossa delle 4.51 sono state registrate altre scosse, ma di lieve entità, di magnitudo inferiore a 2.

SCOSSA DI TERREMOTO NEL CUNEESE

Sono pochi giorni fa l’istituto nazionale di geofisica e vulcanologia aveva registrato altre scosse nel distretto sismico del Pollino, al confine tra Basilicata e Calabria, la prima intorno alle 5.59 del 14 ottobre, con magnitudo 2.7, a una profondità di 8.3 chilometri interessando i comuni in provincia di Catanzaro. La seconda scossa, di magnitudo 2.1, era stata registrata alle 14.25 a una profondità di 8.9 chilometri. Gli esperti confermano che lo sciame sismico nella zona potrà prolungarsi a durare ancora per diversi anni. 






Tags:

Lascia una risposta