Home / News / Terrorista marocchino arrestato a Brescia

Terrorista marocchino arrestato a Brescia

Gli uomini della Digos dell’Antiterrorismo hanno arrestato stamane a Brescia un cittadino marocchino che stava progettando un attentato alla sinagoga di Milano.

Il giovane, Mohamed Jarmoune, 20 anni, dalle prime ore della giornata è rinchiuso in carcere con ordinanza di custodia cautelare. Il giovane, che vive a Brescia da circa sei anni, sarebbe coinvolto in attività di addestramento all’uso di armi e di esplosivi per finalità di terrorismo. L’arresto è scattato inseguito alle intercettazioni di un messaggio del giovane in cui si parlava espressamente di “missione jihad”. È nota la questione della frequentazione do forum e siti relativi alla jihad  da parte del giovane. La Digos inoltre ha trovato sul computer dell’uomo un documento relativo a un dettagliato sopralluogo virtuale della Sinagoga di Milano che si trova in Via Guastalla.

All’interno del documento, numerosi dettagli e informazioni sulle varie misure di sicurezza, sul personale di polizia impiegato, sugli orari e naturalmente sui diversi accessi. Insomma l’accurato sopralluogo in piena regola confermerebbe al momento la pista dell’attentato.

Non è escluso che l’uomo abbia dei complici, anche all’estero con ogni probabilità, ma al momento è l’unica persona fermata in merito all’indagine. Le indagini intanto proseguono anche in ambito internazionale e in stretta collaborazione con la Polizia di Stati Uniti e Gran Bretagna. Si cercano in particolare contatti del marocchino con altri potenziali complici all’estero. E proprio nell’ottica dell’indagine, la Metropolitan Police di Londra ha fermato una donna che era in contatto tramite internet con il marocchino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *