TFA, abilitazioni a cascata. Come funzionano le classi accorpate

13 ottobre 2014 09:310 commenti

A breve, negli Atenei predisposti, inizieranno le lezioni del percorso abilitante. Cosa devono fare gli aspiranti docenti e cosa s’intende per abilitazioni a cascata? Facciamo chiarezza sull’argomento.

Gli aspiranti docenti che devono completare il loro percorso di abilitazione, pur essendo idonei in più classi d’insegnamento, devono seguire il TFA di una sola classe di concorso. Per le altre in cui sono risultati idonei ma devono essere rinunciatari, manterranno l’idoneità conseguita.

I percorsi abilitati, dunque, potranno consentire l’ottenimento delle abilitazioni a cascata in base alla categoria di classe accorpata. Per gli accorpamenti si fa riferimento ad una tabella ministeriale. In pratica funziona un po’ come le lauree che appartengono alla stessa classe per cui chi consegue un titolo di laurea in una certa materia è equiparato a tutti coloro che hanno conseguito un titolo di laurea differente ma di corsi inseriti nella stessa categoria.


TFA 2014 seconda prova: iscrizione, scelta atenei e costi

Una volta conseguito il titolo TFA relativo al proprio insegnamento, quindi, il docente consegue un’abilitazione a cascata per le classi di concorso affini. Per capire quali sono è necessario usare una tabella del MIUR pubblicata il 9 ottobre 2012. Di seguito la tabella. Ricordiamo che esiste una sola classe d’insegnamento per la quale è interdetta l’abilitazione a cascata, che è il corso di specializzazione sul sostegno. In questo caso il titolo vale soltanto su un solo grado di scuola e non si ripercuote sulle altre classi di concorso.

L’abilitazione con il TFA è ancora utile?

tfa11






Tags:

Lascia una risposta