Tony Scott morto suicida

20 agosto 2012 08:460 commenti

Tony Scott, regista e produttore cinematografico conosciuto soprattutto per aver diretto film di successo come “Top Gun” e “Beverly Hills Coop II”, è morto gettandosi da un ponte vicino Los Angeles.

Secondo le prime ricostruzioni, Scott avrebbe parcheggiato la sua auto sul Vincent Thomas Bridge di San Pedro, dopodiché si sarebbe arrampicato per superare le protezioni e si sarebbe buttato giù intorno alle 12.30 ora locale. Il suo corpo è stato recuperato in acqua dalle forze dell’ordine intorno alle 15. Nell’auto del regista sarebbe stato trovato un biglietto, tuttavia il suo contenuto non è stato reso noto. Sebbene alla luce delle dinamiche l’ipotesi del suicidio appaia come la più probabile, gli investigatori hanno tenuto a sottolineare che sarà l’autopsia sul cadavere a svelare le cause della morte e a chiarire eventuali dubbi.


Come anticipato, nel corso della sua carriera Tony Scott ha diretto diversi film di successo. Tra questi figura senza dubbio ai primissimi posti “Top Gun”, pellicola cult degli anni ’80 che ha reso famoso Tom Cruise. Tra gli altri film di successo da lui diretti ricordiamo “Giorni di tuono”,  “Allarme Rosso”, “Man on Fire – Il fuoco della vendetta”, “Déjà vu”, “Pelham 123 – Ostaggi in metropolitana” e “Unstoppable”, il suo ultimo film che nel 2010 ha incassato ben 130 milioni di dollari.

Il regista lascia la moglie Donna e i due figli gemelli. La famiglia attraverso un comunicato stampa ha chiesto il rispetto della privacy.






Tags:

Lascia una risposta