Tragedie in mare 3 morti

17 agosto 2011 09:190 commenti

Due turisti italiani, un uomo e una donna, sono rimasti uccisi in seguito ad una collisione fra la loro barca a vela e quella di un’imbarcazione di proprietà di un imprenditore croato, un drammatico incidente avvenuto, ieri a mezzogiorno, al largo dell’isola di Maslinovik, in Dalmazia.

Lo ha Reso noto la polizia croata. Il Consolato di Spalato dopo l’identificazione dei due turisti italiani ha provveduto a mattersi in contatto con le loro famiglie. 

Si tratta di due coniugi padovani: Marinelda Patelli, 61 anni e Francesco Salpietro, 63. I due lasciano due figli di 22 e 26 anni. Entrambi al momento del terribile colpo sono caduti in mare e hanno riportato gravi ferite alla testa. I loro corpi sono stati ripescati qualche ora più tardi dalla polizia. 


Tomislav Horvatincic, 63enne di Zagabria, uno dei più noti imprenditori della Croazia che era alla cui guida dell’imbarcazione che ha speronato i nostri connazionali è rimasto illeso, con lui viaggiava anche una donna di 35 anni, che non ha riportato alcuna lesione. 

Secondo la versione di Horvatincic, il sistema di pilotaggio del potente motoscafo è andato in avaria, impedendogli di evitare la collisione. Lo scontro è stato potentissimo, dalle prime ricostruzioni sembra che l’imbarcazione croata procedesse a velocità parecchio sostenuta. 

Un altro grave incidente in mare è accaduto anche a Salerno, dove a seguito di una collisione tra due imbarcazione è morta una giovane donna di 33 anni, al largo di Capo d’Orso, nel Golfo di Salerno

Un gommone con a bordo tre passeggeri e un’imbarcazione di 12 metri, sono entrati in collisione alle 20,30 circa di ieri. Le tre persone che viaggiavano sul gommone sono finiti in acqua e per la donna le conseguenze sono state fatali. La ragazza è rimasta incastrata nell’elica, subito soccorsa è giunta morta in ospedale. A seguito di accertamenti è risultato che alla guida del gommone era un uomo con un tasso alcolemico superiore alla norma. Ora indagato per omicidio colposo. 

 

Ultimo aggiornamento 17 agosto 2011 ore 11,15






Tags:

Nessun commento

Lascia una risposta