Home / News / Tragica morte nel campionato di sauna

Tragica morte nel campionato di sauna

campionato di sauna

Il campionato mondiale di sauna, svoltosi ieri ad Heinola, 138 chilometri a nord di Helsinki, è finito in tragedia con la morte di un finalista. 

Dopo sei minuti di sauna, ad una temperatura di 110 gradi, uno dei finalisti, l’aspirante russo al titolo Vladimir Ladyschenski, ha avuto un collasso ed è morto sul luogo della competizione. 

Il suo massimo rivale, il cinque volte campione del mondo, Timo Kaukonen, finlandese,  ha rischiato, anche lui di morire durante la gara,  protagonista di un importante malore, è stato trasportato immediatamente all’ospedale di Lahti, dove le sue condizioni stanno lentamente migliorando. 

“Il partecipante russo Vladimir Ladyschenski è  deceduto durante il torneo”.  Ha dichiarato Ossi Arvela, l’organizzatore della manifestazione, il quale ha anche annunciato la sospensione del campionato. 

Mentre la polizia ha aperto un’inchiesta sul caso, Arvela,  assicura sul suo sito web che “tutte le regole vengono rispettate, sul luogo è sempre presente abbastanza personale medico, al fine di assistere tutti i partecipanti in caso di malori”. 

“Tra l’altro, sussiste l’obbligo per tutti i partecipanti, di presentare un certificato medico di “sana e robusta costituzione”, prima della partecipazione alla gara”, ha sottolineato Arvela, contro lo scetticismo sul futuro dei tornei mondiali di sauna. 

Il primo campionato di sauna ebbe inizio, per la prima volta , nel 1999, come prova di resistenza. 

I partecipanti di quest’ultima edizione erano 135, tra  uomini e donne,  provenienti da 15 differenti paesi.