Home / News / Tredicenne colpita a sassate lotta per la vita

Tredicenne colpita a sassate lotta per la vita

Teatro della tragedia è San Giovanni di Sambatello, frazione collinare di Reggio Calabria, dove nel pomeriggio di giovedì, una ragazzina di 13 anni aveva deciso di incontrarsi con l’ex fidanzatino 17enne, per chiarire alcune cose. Pare che i due si siano  lasciati poco tempo fa.

Per ragioni forse sentimentali, tra i due giovanissimi è nata una lite  e il  ragazzo colto da follia omicida, dopo aver raccolto un grosso sasso, ha iniziato a colpire violentemente alla testa la 13enne, quindi, dopo averla coperta con una lastra, forse per nascondere il corpo, ha preso la via di fuga.

Il giovane però, forse colto dal rimorso, una volta giunto a casa, racconta tutto ai familiari, precisando anche dove si trovava il corpo della ragazzina.

I genitori, dunque, chiamano immediatamente il 118 e la tredicenne viene soccorsa e trasferita d’urgenza in ospedale. Ma le sue condizioni si rivelano subito molto gravi..

Il giovane è stato poi prelevato dalle forze dell’ordine e dopo l’interrogatorio è scattato l’arresto per tentato omicidio. Lui è definito dagli investigatori “difficile”, con alcune denunce per piccoli reati alle spalle. Eventi che, in passato, lo hanno costretto a vivere lunghi periodi in comunità, chiamate a sopperire alle carenze di una famiglia che non riusciva a gestirlo.

La tredicenne ora è ricoverata nel reparto di Rianimazione degli ospedali “Riuniti” a Reggio Calabria, dove sta lottando tra la la vita e la morte.

I medici hanno rilevato che i colpi le hanno “sfondato le orbite”, di conseguenza “c’è un vasto ematoma intracranico e la mutilazione dei padiglioni auricolari”.