Trovata sgozzata la ragazza scomparsa ad Ascoli

Carmela Rea, 29 anni, scomparsa il 18 aprile, da Colle San Marco di Ascoli Piceno, dopo due giorni di ricerche, è stata ritrovata senza vita, il suo corpo  sfigurato è stato rinvenuto ieri pomeriggio, a Ripe di Civitella (Teramo), a seguito di una telefonata anonima.

Il luogo del ritrovamento è a soli 18 km dalla zona della scomparsa, nei pressi di un’area militare usata per le esercitazioni di tiro.

Di Carmela Rea si erano perse le tracce due giorni fa, il 18 aprile, a Colle San Marco, dove si era recata in gita con il marito e la loro figlia di 18 mesi.

Sgozzata, nuda, con segni di percosse e di arma da taglio su tutto il corpo, una svastica incisa sulla schiena, una siringa infilzata nel collo e un’altra nel basso ventre, mentre non ci sarebbero segni di violenza sessuale.Così è stato trovato il corpo di Carmela Rea, in un’area boschiva  poco frequentata.

Carmela, quel giorno, si era allontanata dal marito e dalla figlioletta, dicendo che doveva andare in bagno, ma, dopo una lunga attesa, vedendo che la moglie non tornava il marito ha lanciato l’allarme.

Le ricerche si sono svolte a vasto raggio con la partecipazione di carabinieri, polizia, vigili del fuoco, speleologi del Cai, Protezione civile e unità cinofile. Sono stati sentiti anche i pastori che pascolano i loro greggi a poca distanza da dove la donna è stata vista per l’ultima volta.

Ora tutte le ipotesi sono aperte. A rendere la vicenda più sconcertante è il fatto che la zona della scomparsa di Carmela è poco distante dal Bosco dell’Impero, dove il 5 gennaio scorso fu rinvenuto il cadavere di Rossella Goffo, la funzionaria della Prefettura di Ancona, anche lei scomparsa mesi prima, bruna e con i capelli lunghi come Carmela.

Loading...

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *