Svolta nelle indagini sull’aereo scomparso: trovato un borsone in mare

28 gennaio 2013 15:000 commenti

L’aereo con a bordo Vittorio Missoni, la sua compagna Maurizia Castiglioni e due amici della coppia, Elda Scalvenzi e Guido Foresti, è scomparso il 4 gennaio a Los Roques, in Venezuela. Tante le ipotesi fatte fino ad ora, ma nessuna che avesse trovato un riscontro fattuale.

► Scomparso in Venezuela aereo con a bordo il figlio di Ottavio Missoni

Il 10 gennaio scorso, però, è successo quello che ormai non ci si aspettava più: un turista tedesco ha trovato in mare -su una scogliera dell’isola di Curaçao (a 200 chilometri da Los Roques)- un borsone contente l’attrezzatura per da kitesurf che era stato imbarcato sull’aereo per un passeggero che poi ha scelto di salire su un altro velivolo.


Anche se la scoperta è avvenuta molto tempo fa, la notizia è stata diffusa solo da poco in quanto il turista che lo ha trovato, ha mandato una mail all’indirizzo riportato sulla targhetta del borsone solo dopo essere rientrato in patria, ignaro che quella potesse essere un ritrovamento di tale importanza.

Testimone di Los Roques vede precipitare aereo di Missoni

Fatto sta che, comunque, questo ritrovamento rende plausibile la possibilità che l’aereo sul quale viaggiava Vittorio Missoni, un bimotore Islander, si sia inabissato mentre era in fase di atterraggio. Ancora nulla di ufficiale, ma, almeno, si ha un punto di partenza per le indagini.

 

 






Tags:

Lascia una risposta