Trovato sotto la mattonella un buono fruttifero postale da 10.000 euro

25 novembre 2013 12:490 commenti

poste-italianeLa decisione di ristrutturare la loro abitazione è valsa ad una signora ed a sua nonna ben 10.000 euro. Le due donne, che abitano a Matera, durante i lavori hanno visto spuntare sotto la pavimentazione un involucro contenente, oltre ad alcuni ricordi di famiglia, un buono fruttifero postale emesso il 9 settembre del 1938 del valore di 100 lire.

Le due donne, incuriosite, hanno deciso di rivolgersi ad Agitalia, l’Associazione per la Giustizia in Italia, che ha sede a Roma e che fornisce a chiunque le richieda informazioni relative alla riscossione dei libretti bancari o dei buoni fruttiferi postali scaduti. Il valore del buono stimato dall’Associazione ammontava a circa 35.000 euro, tenendo conto del valore monetario attuale, degli interessi, della rivalutazione e della capitalizzazione per un periodo di 75 anni.


Scoperto che il buono spuntato fuori dal pavimento potesse fruttare parecchio, le due donne hanno conferito mandato all’ufficio legale per riscuotere la somma, considerando che Poste Italiane e il Ministero dell’Economia sono obbligati in solido ad onarare tutti i debiti esistenti prima dell’avvento della Repubblica Italiana. Ebbene, a seguito della procedura di mediazione, obbligatoria a fronte delle recenti modifiche normative, è stato raggiunto un accordo con Poste Italiane e il Ministero dell’Economia, che provvederanno a corrispondere alle donne la somma di 10.000 euro.






Tags:

Lascia una risposta