Usa festeggiano liberazione Ethan

5 febbraio 2013 15:300 commenti

Gli abitanti di Midland City, cittadina dell’Alabama, hanno festeggiato la liberazione del piccolo Ethan, sequestrato per circa una settimana all’interno di un bunker, ostaggio di un veterano di guerra.

Ethan ha soli 5 anni ed è affetto da una forma di autismo. Ora, per fortuna, sta bene.

A salvarlo è stato un blitz condotto dall’FBI, il quale ha peraltro provocato inevitabilmente la morte del sequestratore:

Un residente di Midland City, città che si è raccolta in preghiera per il bimbo rapito, dice che tutti hanno pregato per il loro “piccolo guerriero”, nella speranza che potesse uscirne sano e salvo, forte, e sperando vivamente che sua madre potesse riabbracciarlo”.

Oggi a Midland City, presso la scuola elementare in cui Ethan studia, ci sono nastri colorati che abbelliscono il cancello.


Al momento del rapimento l’autista dello scuolabus che accompagna Ethan alle elementari ha provato in tutti i modi a resistere, per poi essere stato ucciso da Dykes, rapitore di sessantacinque anni. Il sequestratore aveva servito in Marina durante la metà degli anni Sessanta, guadagnandosi anche numerose onorificenze.

Durante la giornata di festa lo sceriffo della cittadina Wally Olson ha definito Ethan come un bimbo molto speciale che ha trascorso una brutta avventura e che ha sopportato tanto. Poi ha aggiunto che ora “Grazie a Dio sta bene”.

La prigionia

Ethan ha passato i giorni di prigionia all’interno di un bunker minuscolo, costruito dal sequestratore nel giardino di casa. Alla luce di recenti episodi come ad esempio la sparatoria che in Connecticut ha provocato la morte di 20 bambini, la vicenda ha innescato ancora una volta il dibattito sulla sicurezza nelle scuole statunitensi.






Tags:

Lascia una risposta