Valsusa: ancora scontri e feriti

1 marzo 2012 18:460 commenti

Ancora scontri e feriti ieri durante le manifestazioni e i blocchi di protesta dei no tav sulla autostrada A32 piu volte occupata e sgombrata dalla polizia per tre giorni.
La questura di Torino traccia il bilancio con cinque agenti di polizia e otto carabinieri feriti, quattro fermati e un arresto. Feriti anche tra i manifestanti, secondo i no tav, che però non hanno fornito ulteriori dettagli.

Tra i feriti un funzionario curato per ustioni dovute a una bomba carta, un ispettore colpito al labbro da una pietra. Tutti gli altri feriti lamentano contusioni varie per i corpo a corpo con i manifestanti.

Intanto oggi, come annunciato dai no tav in moltissimi siti e blogs, sono previsti nuovi blocchi generalizzati per creare ancora più disagi alle forze dell’ordine.
E un assaggio si è già avuto ieri con occupazioni e blocchi alla stazione Tiburtina di Roma e alla stazione Centrale di Milano.
Occupata anche la sede romana del PD, colpevole secondo i no tav di essere il “mandante” degli arresti effettuati in Val di susa. Bloccato l’ingresso della sede con uno striscione, i manifestanti hanno chiesto la liberazione dei loro compagni arrestati. Stizzite le repliche da parte della segreteria del partito, che afferma di aver sottoposto il progetto a tutti gli iter burocratici e politici previsti in una democrazia.

In Val di Susa intanto i no-tav accusano nuovamente la polizia di pesanti cariche a fronte di attivisti pacifici, e annunciano manifestazioni in tutta Italia, con raduni ancora alla stazione Centrale di Milano, a Bologna, Pistoia, Salerno, Brindisi, Catania e a piazza della Loggia a Brescia.
Intanto il Ministro Cancellieri ha ribadito che l’opera proseguira anche se si dovesse ricorrere alla “fermezza”.

Tags:

Lascia una risposta