Vasco Rossi di nuovo in ospedale per un malore

14 settembre 2012 09:440 commenti

I fan di Vasco Rossi sono di nuovo in ansia per il loro beniamino. Il cantante di Zocca, infatti, secondo quanto riportato da Il Resto del Carlino, sarebbe stato nuovamente ricoverato per problemi respiratori, anche se per ora non è ancora arrivata alcuna conferma ufficiale della notizia.

Secondo le indiscrezioni, in particolare, il rocker si trovava in vacanza in Puglia, a Castellaneta Marina, quando è stato colpito dal malore. Sarebbe stato quindi trasportato d’urgenza in elicottero a Villalba, la clinica privata sui colli bolognesi dove la scorsa estate era già stato ricoverato per un’osteomielite al torace e una endocardite. Stando ai rumors, le condizioni di Vasco non sarebbero gravi, ma la preoccupazione è davvero tanta.

Lo scorso 8 settembre, ricordiamo, il cantante  era salito sul palco della discoteca “Cromie” di Castellaneta Marina e nel corso di un’esibizione durata circa 45 minuti aveva regalato ai presenti un  live di dieci tra le sue più belle canzoni. Nel corso di un’intervista aveva poi rivelato di aver avuto molta paura, si trattava di un’esibizione che segnava il suo ritorno sulla scena musicale ma che a suo avviso poteva decidere molto del suo futuro. “È stata la prova del fuoco. Ma poi mi sono ritrovato a casa, e Vasco è tornato!

 

AGGIORNAMENTO
Lo staff del cantante ha informato che il ricovero a Villalba è dovuto a controlli di normale routine che Vasco effettua ogni due o tre mesi da oltre un anno a questa parte in seguito al batterio killer che lo aveva colpito nell’estate 2011, invitando al contempo gli organi di stampa a non diffondere notizie allarmati sullo stato di salute di Vasco Rossi. Qualora dovessero esserci notizie importanti al riguardo, ha proseguito la portavoce Tania Sachs, lo staff non mancherà di informare prontamente, come è sempre stato fatto. Smentito anche il trasporto in elisoccorso, in quanto secondo Sachs il cantante avrebbe viaggiato di notte in auto con il suo autista.

 

Tags:

Lascia una risposta