Vulcano islandese calma temporanea

vulcano islanda immagine apocalittica

Gli scienziati per ora, non escludono una ripresa delle eruzioni vulcaniche nei prossimi giorni.

Ci stiamo avvicinando alla fine dell’incubo?  L’eruzione ha vomitato enormi quantitativi di lava e ha lanciato gigantesche colonne di fumo e di cenere dal vulcano islandese Eyjafjallajökull, che oggi  ha  notevolmente diminuito la sua attività. 

Già nella giornata di ieri, nel tardo pomeriggio, il suo  pennacchio non saliva a oltre 3 000 metri di altitudine,  la metà rispetto all’inizio dell’eruzione. “Il vulcano ha generato meno ceneri nelle ultime 36 ore rispetto all’inizio dell’eruzione”,  ha confermato Magnus Gudmundsson Tumi, un geofisico islandese. 

Se l’attività magmatica sembra costante, l’attività esplosiva “è diminuita notevolmente, perché c’è meno ghiaccio”, ha detto Edward Kaminski, direttore aggiunto del IPGP (Istituto di Geofisica du Globe de Paris). E l’eruzione, anche se durerà diversi mesi, potrebbe diventare un semplice flusso di lava. 

Tuttavia, all’unanimità, gli scienziati sono ancora estremamente prudenti, nuove eruzioni potrebbero verificarsi nei prossimi giorni e  forse molto più violente delle precedenti, soprattutto se si risveglia anche il vicino vulcano Katla, inattivo dal 1918,  estremamente più pericoloso.

Loading...

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *