WindJet possibile class action Codacons

13 agosto 2012 09:230 commenti

Mentre cresce la rabbia tra i passeggeri che in questi giorni avrebbero dovuto imbarcarsi su un volo WindJet e che si sono visti costretti ad interminabili attese presso gli aeroporti, a rinunciare al volo o a salire su uno dei voli sostitutivi pagando un sovrapprezzo, il Codacons sta studiando una class action che possa garantire loro un adeguato risarcimento.

Come ha spiegato il presidente dell’Associazione, Carlo Rienzi, tutti coloro che hanno subito disagi potranno agire attraverso il Codacons per chiedere i danni sia alla compagnia aerea che all’Enac, che a suo avviso non sarebbe stato in grado di prevenire i gravi disservizi e tutelare adeguatamente gli utenti. Secondo le prime stime l’eventuale classaction del Codacons potrebbe interessare circa 300.000 passeggeri.


L’associazione dei consumatori, oltre che sui disservizi e sui disagi, punta il dito anche contro il supplemento (da 80 e fino a 120 euro) chiesto ai passeggeri per poter salire su uno dei voli sostitutivi. Tale sovrapprezzo è stato giudicato ingiusto in quanto i viaggiatori si trovano in una situazione di necessità, per cui dovrebbe essere consentito loro si salire su un volo alternativo gratuitamente, saranno poi le compagnie aeree che potranno rivalersi su WindJet per i costi sostenuti.

La replica del Presidente dell’Enac, Vito Reggio, non si è fatta attendere. Quest’ultimo ha infatti ricordato che il regolamento comunitario prevede la possibilità per i viaggiatori di chiedere il rimborso del sovrapprezzo pagato alla compagnia aerea con cui avrebbero dovuto volare, quindi in questo caso potranno chiedere il rimborso a WindJet. Loro non possono far altro che garantire di vigilare rigorosamente su tali rimborsi.

 






Tags:

Lascia una risposta