Home / News / Yara Gambirasio le tracce portano lontano da casa

Yara Gambirasio le tracce portano lontano da casa

Yara Gambirasio, la tredicenne di Brembate Sopra (Bg), scomparsa venerdì sera, all’uscita della palestra in cui si allenava, è una promessa della ginnastica artistica,  potrebbe essere lontana dal suo paese. 

Venerdì, alle ore 18:44, aveva risposto ad un SMS inviatole da un’amica nel quale le veniva chiesta la conferma della sua presenza in una gara di ginnastica ritmica, Yara aveva, quindi, risposto a quel messaggio: “Sì, confermo”. 

In quell’ora, tuttavia, Yara sarebbe già dovuta essere a casa. Infatti è stato dichiarato, sia dalle compagne, sia dalle istruttrici,  che la ragazzina è uscita dalla palestra alle ore 18.30. 

Chi ha risposto a quel messaggio allora? Era proprio Yara o qualcuno che ha risposto per lei? E dalle ore 18.49, il suo cellulare si spegne e non si riaccende più. 

Prima di essere disattivato, il cellulare della ragazza sembra che avesse agganciato la “cella” del vicino paese di Mapello.

Le ricerche di Yara Gambirasio proseguono ininterrottamente da oltre quattro giorni.  Durante le indagini, ieri, uno dei cani utilizzati per rintracciare Yara presso il centro sportivo, ha seguito l’uscita secondaria, una porta d’emergenza della palestra, questo per tre volte. 

I carabinieri hanno sentito un ragazzo di 19 anni, che ha dichiarato ai giornalisti di aver visto Yara vicino alla sua abitazione in compagnia di due uomini, ma la testimonianza è ritenuta da loro, priva di fondamento: il giovane è stato denunciato a piede libero per falso ideologico e procurato allarme.

Un’altra testimonianza è arrivata da una ragazza, che avrebbe notato un furgone bianco allontanarsi a grande velocità intorno alle 18.45 nella zona dove è scomparsa Yara.

“Non abbiamo nemici, non sappiamo cosa possa essere successo. Ma adesso temiamo il peggio”.

Queste sono le poche ma disperate parole di una mamma,  che spera in una risoluzione positiva del caso, in una vicenda che unisce due piccoli paesi lontani, come Brembate Sopra e Avetrana, legati da un angosciante destino,  a soli tre mesi dalla tragica vicenda della giovane Sarah Scazzi.

Loading...