I 12 punti di Renzi sulla Riforma della Giustizia

28 agosto 2014 20:320 commenti

Domani si deve discutere il testo della Riforma della Giustizia nel Consiglio dei Ministri. Si è lavorato tenendo conto di una serie di indicazioni arrivate per punti proprio dal premier. Sembrano appunti ma contenevano comunque tutti i temi caldi della Giustizia italiana.

consiglio dei ministri

Renzi, come sua abitudine, ha cercato di sintetizzare il lavoro, di spiegarlo ai cittadini per punti e per la riforma della Giustizia, di punti, ne ha trovati ben 12. Tutti insieme hanno formato le Linee guida per la riforma che adesso sarà discussa nel Consiglio dei Ministri. Eccole di seguito

1. giustizia civile: riduzione dei tempi. Un anno in primo grado.
2. Giustizia civile: dimezzamento dell’arretrato.
3. Corsia preferenziale per le imprese e le famiglie.
4. CSM: più carriera per merito e non grazie alla “appartenenza”.
5. CSM: chi giudica non nomina, chi nomina non giudica.
6. Responsabilità civile dei magistrati sul modello europeo.
7. Riforma del disciplinare delle magistrature speciali (amministrativa e contabile).
8. Norme contro la criminalità economica (falso in bilancio, autoriciclaggio).
9. Accelerazione del processo penale e riforma della prescrizione.
10. Intercettazioni (diritto all’informazione e tutela della privacy).
11. Informatizzazione integrale del sistema giudiziario.
12. Riqualificazione del personale amministrativo.

> Intercettazioni e prescrizione, la Giustizia che spacca

È facile immaginare che tra i punti più discussi ci siano i tempi della giustizia civile, la responsabilità civile dei magistrati e le intercettazioni, almeno ascoltando i dibattiti dei vari partiti.

> Quella volta che Berlusconi fu intercettato con le Papi Girls

Entro domani, comunque, è probabile che sia presentata una bozza del testo che al riparo da slogan e promesse, necessita di un approfondimento serio, l’unico possibile per completare una riforma che viene caldeggiata da circa 20 anni.

Tags:

Lascia una risposta