Alfano vuole abolire le sagre di paese

2 febbraio 2013 19:030 commentiDi:

Cosa sarebbe l’Italia senza le sue sagre di paese? In una nazione dove la tradizione per i prodotti alimentari particolari e le tipicità regionali sono fondamentali, immaginare che non ci siano le sagre è davvero difficile.

Eppure in tempo di crisi economica, di tagli e di campagna elettorale c’è chi propone anche di abolire le sagre di paese per risparmiare sui costi. Lo ha fatto il segretario del Pdl Angelino Alfano qualche giorni fa a Omnibus su La 7. Per Alfano la colpa della crisi è anche dei comuni che non hanno gestito bene il bilancio.


Per Alfano ci sono quindi troppe sagre di paese e ha affermato: “Noi rivendichiamo di aver fatto bene a togliere l’Ici sulla prima casa. Spendere per sagre e festeggiamenti non è opportuno in tempo di crisi”.

Che si vogliano togliere agli italiani pure le sagre di paese sembra troppo. Nella sua Agrigento la “Sagra del mandorlo in fiore” è una tradizione che va avanti da molto tempo. Per non parlare delle varie sagre in Italia, dalla pesca al carciofo, dalla sagra del mare a quella del pesce spada e del tonno.

Quello che ha detto Alfano è veramente particolare e lascia un po’ sbigottiti.

 






Tags:

Lascia una risposta