Berlusconi da vittima a indagato

24 settembre 2011 09:381 commento

E’ l’ultima mossa dei pm di Napoli con la quale vogliono iscrivere nel registro degli indagati Silvio Berlusconi per “istigazione”, ovvero per aver indotto Giampaolo Tarantini “con violenza o minaccia, o con offerta o promessa di denaro” a mentire all’autorità giudiziaria.

Da vittima di ricatto, quindi, a potenziale istigatore del silenzio o di bugie di un indagato.

È il nuovo scenario ricostruito nelle ultime ore dalla Procura di Napoli nei confronti di Silvio Berlusconi, nel corso dell’intricata vicenda che lo vede al centro dei rapporti con i coniugi Tarantini e con il direttore dell’Avanti Valter Lavitola.

Nei verbali degli interrogatori Giampaolo Tarantini sostiene che Berlusconi non sapesse che le ragazze reclutate per le sue feste fossero prostitute e soprattutto giura che i soldi ricevuti erano soltanto un prestito per avviare una nuova attività.

Ma per i pm di Napoli, Piscitelli, Woodcock e Greco, sono dichiarazioni false, smentite dagli altri testimoni interrogati, inclusi stretti collaboratori di Berlusconi.


I procuratori di Napoli hanno mostrato nella documentazione presentata al Tribunale del Riesame anche gli atti dell’inchiesta di Bari sullo sfruttamento della prostituzione che dimostrano come il premier fosse informato dei pagamenti delle donne.

Quindi concludono: “È stato Berlusconi a indurre l’indagato a mentire, dunque gli può essere contestato l’articolo 377 bis del codice penale che appunto punisce con la reclusione da due a sei anni chiunque con violenza o minaccia o con offerta o promessa di denaro o di altra utilità induce a non rendere dichiarazioni o a rendere dichiarazioni mendaci la persona chiamata davanti all’autorità giudiziaria”.

Ora starà al Riesame ragionare sulla competenza e la richiesta di scarcerazione sostenuta dai difensori di Tarantini e dal legale di Lavitola (all’estero). Se a Roma sono arrivati gli atti della presunta estorsione, a Napoli spunta una nuova ipotesi.

Articolo correlato: Estorsione ai danni di Berlusconi arrestati Tarantini e moglie

Ultimo aggiornamento 24 settembre 2011 ore 11,38






Tags:

1 commento

  • Certo che per i magnifici e equistanti dal fare politica preferiscono azzannare Berlusca,mi raccomando non date la caccia ai delinquenti,mafiosi,gettatevi anima ,anima? e corpo sul Berlusca ,questo per la vostra sopravivenza senza lui sareste delle nullità,poi oggi con il vostro collegha sindaco un posto da spazzino per i magnifici c’é.
    Grazie

Lascia una risposta