Berlusconi promette rimborso Imu agli italiani

4 febbraio 2013 11:170 commenti

Dall’Ici all’Imu il passo è breve. Sembra ieri quando, durante il face to face con Romano Prodi sul ‘ring’ di Porta a Porta, Silvio Berlusconi promise agli italiani sul filo del rasoio della campagna elettorale di abolire quella tassa.

Ieri, non in extremis ma in anticipo di 20 giorni dal voto, il ‘Cavaliere’ mira dritto alla vetta con una proposta/promessa ambiziosa: “Rimborseremo ai cittadini l’Imu pagata sulla prima casa”.

Non Premier ma Ministro dell’Economia

L’annuncio arriva durante il meeting con gli elettori tenutosi presso la Fiera di Milano. Berlusconi, dunque, promette il rimborso e fornisce le coordinate sul suo ruolo nel prossimo Governo qualora il Pdl dovesse vincere le elezioni: “Il provvedimento sarà firmato dal ministro dell’Economia, cioé dal sottoscritto”. Non sarà dunque lui il Premier della coalizione. Si è disegnato un ruolo che aveva già coperto ad interim, prima dell’avvento di Tremonti. Poi, una previsione: “Quando gli italiani la riceveranno potranno finalmente sorridere”.


► Monti su tagli alle tasse

Il rimborso avverrà su conto corrente o in contante (soprattutto per i pensionati), da prelevare agli sportelli postali. I tempi di consegna? Un mese al massimo.

Se la destra berlusconiana salisse al Governo, dunque, si tratterebbe di aspettare il primo Consiglio dei Ministri per abolire questa “tassa dissennata”, restituendo i soldi versati durante lo scorso anno.

Ristabilire la fiducia tra Stato e cittadini

Per Berlusconi si tratterà di un simbolico ma concretissimo atto di ‘ricucitura’, capace di aprire un nuovo capitolo nel rapporto di fiducia tra cittadini e Paese.

Copertura finanziaria

In conclusione, il ‘Cavaliere’ fornisce qualche dato sulla copertura finanziaria, dichiarando che tale operazione varrà intorno ai 4 miliardi, ovvero circa un duecentesimo degli 800 miliardi che costa la macchina dello Stato.

 






Tags:

Lascia una risposta