Berlusconi sempre più isolato

29 settembre 2011 13:410 commenti

La condanna da parte della chiesa “per comportamenti licenziosi„ potrebbe accelerare la caduta del Cavaliere.

Triste compleanno per Silvio Berlusconi, che compie oggi, 29 settembre, i suoi 75 anni in un clima politico reso cupo dalla vigorosa condanna della chiesa, dai nuovi conflitti giudiziari, dalle defezioni nelle sue file e dalle relazioni, ogni giorno più tese, con la Lega Nord, il suo principale alleato. 

L’unica consolazione: Saverio Romano, il suo ministro dell’Agricoltura, accusato a Palermo di collusione con la mafia, è sfuggito, ieri sera, da una mozione di sfiducia alla Camera dei deputati. 

Nessun “bunga bunga„ né eccentriche feste per il Cavaliere, che celebrerebbe questo compleanno in assoluta discrezione. 

In un’intervista pubblicata mercoledì, Sabina Began, 36 anni, racconta la sua notte nel 2005, trascorsa con Berlusconi in occasione dei suoi 69 anni: “Una notte meravigliosa. È l’unico uomo che mi abbia fatto sentire donna. Me ne sono innamorata.„  

La Began è nella lista della Procura di Bari per incitamento alla prostituzione. Avrebbe partecipato ad ingaggiare una trentina di ragazze da presentare al presidente del Consiglio tra il 2008 ed il 2009. 

“Patetico e triste„  

Il protagonista principale della rete, Gianpaolo Tarantini, rimesso in libertà martedì, non è più accusato di presunta estorsione ai danni del premier, ma sarebbe Berlusconi, ora per i magistrati, il potenziale indagato: avrebbe indotto i coniugi Tarantini a dichiarare il falso.


Costumi nauseabondi e contorti che coinvolgono anche minori, come la marocchina  Ruby, che vanno ad aggiungersi ad affari di corruzioni politiche che colmano i fatti di cronaca ed immergono i cattolici in uno stato confusionale e nell’imbarazzo. 

Lunedì scorso, il Cardinale Angelo Bagnasco si è fatto interprete di questo profondo disagio, morale e sociale. In un discorso molto duro, ma senza mai citare nomi, il presidente della Cei ha denunciato: “comportamenti licenziosi e le relazioni improprie sono in se stessi negativi e producono un danno sociale a prescindere dalla loro notorietà. Ammorbano l’aria e appesantiscono il cammino comune. C’è da purificare l’aria, perché le nuove generazioni, crescendo, non restino avvelenate”. 

Il Cardinale richiama la misura, la sobrietà la disciplina, l’onore a cui è tenuto chi sceglie la militanza politica”

Anche Benedetto XVI aveva fatto sentire la sua voce. La scorsa settimana, in occasione del suo viaggio in Germania, ha indirizzato un telegramma al capo dello Stato, Giorgio Napolitano, per auspicare “una rinascita etica sempre più intensa per il bene dell’Italia„. 

All’interno del PDL l’imbarazzo è vivo. Il governatore della regione Lombardia, Roberto Formigoni, leader di Comunione e Liberazione,  parla “di parole molto forti e molto chiare che devono servire a quelli che hanno le più alte responsabilità„. E chiama Silvio Berlusconi a fare “un passo indietro”. Il sindaco di Roma, Gianni Alemmano, è dello stesso parere. 

Tuttavia il commento di Berlusconi è stato: “Difficile governare con tanti sabotatori”.  

Ultimo aggiornamento 29 settembre 2011 ore 15,42






Tags:

Nessun commento

Lascia una risposta