Berlusconi show a Porta a Porta

10 gennaio 2013 16:320 commenti

Silvio Berlusconi ancora una vola senza freni. Eccolo, durante la sua partecipazione alla trasmissione Porta a Porta, condotta da Bruno Vespa, vestire i panni del giullare di corte.

La crisi imperversa, ma lui sembra avere sempre un animo rivoluzionario, al di sopra di ogni rigore.

Il ‘Cavaliere’ esordisce in quella che viene definita la ‘Terza Camera’ commentando in maniera analitica l’attuale situazione italiana.

Dalla disoccupazione, al governo Monti, reo secondo l’ex Premier di aver fatto passare tredici mesi irreali all’Italia. Per Berlusconi la politica di Monti va smontata e rimontata.

Monti replica a berlusconi


Il Nostro, dunque, si lancia in una serie di critiche contro tutto e tutti. La politica rigorosa, l’Europa, la Germania, la burocrazia italiana, lo Stato di ‘anziani’ in cui vive.

E quando Bruno Vespa gli chiede come mai non ha fatto nulla per ridurre i tempi burocratici, Berlusconi replica che non poteva far molto con gli alleati che aveva affianco.

Vespa inizia a provocarlo, utilizzando tutta la sua deontologia professionale.

Minacce e petardi contro Silvio Berlusconi

Berlusconi fa sfoggio di tutta la sua pacatezza, provando ad essere conciliante, ad utilizzare la sua ars oratoria e in particolar modo le solite tecniche retoriche.

Anche all’arrivo del detrattore Maurizio Belpietro, che lo stimola a parlare di crisi, tasse, Imu, Iva e di crollo dei consumi, Berlusconi acconsente.






Tags:

Lascia una risposta