Home / Politica italiana / Berlusconi si spazientisce nel ‘Fuori onda’

Berlusconi si spazientisce nel ‘Fuori onda’

Silvio Berlusconi ci ricasca. Dopo l’ospitata da Massimo Giletti su Rai Uno dei giorni scorsi (terminata con un litigio di non poco conto tra ‘Cavaliere’ e conduttore, con il primo che ha minacciato di lasciare la trasmissione), ecco un altro siparietto nel fuori onda di un’intervista a Sky Tg 24. Il candidato Premier se la prende con il giornalista, colpevole a suo dire di non farlo parlare e di interromperlo sovente.

Non è la prima volta che Berlusconi dialoga così con il suo interlocutore.

Gli episodi negli anni si sono spesso susseguiti l’un l’altro.

Il clima-elezioni, evidentemente, dona al ‘Cavaliere‘ un pizzico di tensione in più rispetto al dovuto. Elezioni che, per Berlusconi, dipendono dai moderati. E’ a questa frangia che oggi, durante l’intervista a Sky Tg 24, Berlusconi ha deciso di appellarsi. La sua richiesta è che costoro non disperdano il proprio voto.

E Monti? “Non ha più credibilità” – afferma Berlusconi. “Era stato messo a guida di un governo tecnico con una promessa. Aveva detto che non avrebbe approfittato della promozione, lo aveva promesso a tutti gli italiani e ora ce lo troviamo lì come leader di una coalizione con compagni di viaggio che ti raccomando”.

LEADER MA NON PREMIER

Poi, è la volta delle promesse. Quelle mantenute e quelle che vuole ancora mantenere. Tra quelle mantenute c’è l’aumento di un milione e mezzo di posti di lavoro. “Tutto realizzato” – afferma il ‘Cavaliere‘. Quale miglior biglietto da visita per ripresentarsi a Montecitorio.

Su quest’ultimo punto, però, Berlusconi non esclude che potrebbe essere leader ma non Premier qualora vincesse.

Porte aperte ad Alfano?