Bersani e Monti contro su ingovernabilità

29 gennaio 2013 20:560 commenti

Cresce lo scontro fra Mario Monti e Pier Luigi Bersani, ormai giunti ad un ‘out out’. Il nuovo step della loro sfida nasce da una frase che il Premier uscente ha esclamato nella giornata ieri a ”Omnibus” su La7: ”Non contemplo una manovra correttiva dei conti ma non escludo niente in certi casi di esito del voto”. Chiaro il riferimento a una possibile ‘ingovernabilità’, la quale si configurerebbe come un caso del tutto particolare. Durante la stessa trasmissione, Monti ha poi spiegato anche il suo programma fiscale, argomento che è diventato il nodo focale della sua campagna elettorale:

– Imu ridotta a partire dal 2013;

– Irap e Irpef ridotte dal 2014 in poi.

Ingovernabilità


Monti e Bersani si sono ‘pizzicati’ dunque sul probabile esito dell’ingovernabilità. Il Partito Democratico sembra non aver apprezzato le dichiarazioni di Monti, ma c’è da tenere in considerazione che leader di Scelta Civica ha poi chiarito che dalle elezioni e da chi governerà, compreso un possibile nuovo rischio per l’Italia sui mercati, dipenderà tutto. Tutto sarà in mano al prossimo governo e per Monti : “Non servono le maggioranze strette per fare tutte le riforme che urgono per uscire dall’emergenza in cui e’ l’ Italia e se facessimo una grande coalizione sulle riforme non so se avrebbe il sapore della vecchia politica, probabilmente avrebbe quello della politica necessaria”.

Sindacati

Bersani ha poi avuto da ridire anche sulla stoccata di Monti nei confronti del sindacato: ”Le opposizioni in materia di lavoro ci sono venute da un Pd molto limitato dalle decisioni della Cgil. E’ un peccato che si possano fare riforme minori rispetto a quelle che si potrebbero fare, semplicemente perche’ ci sono questi vincoli”.

Così Bersani non vuole fare la grande coalizione (“Per l’amor di Dio”). E sulla manovra economica, il Segretario del Pd candidato a Premier afferma: “Mi sembra di avere inteso che la manovra non si fa, se c’e’ lui. Un po’ di modestia sarebbe consigliabile. Io sono stanco di manovre come credo tutti gli italiani, non si puo’ inseguire la recessione con delle manovre e quindi non sono favorevole”.






Tags:

Lascia una risposta