Bersani presidente del Consiglio

22 marzo 2013 20:080 commenti

Rotto gli indugi, dopo 48 ore di consultazioni, Giorgio Napolitano ha dato a Pier Luigi Bersani l’incarico di formare un nuovo governo, quello che succede all’esecutivo di Mario Monti.

Il leader del Pd, che di fatto ha vinto le elezioni, non ha la maggioranza piena al Senato, e ne ha una risicata alla Camera.

Per Napolitano, tuttavia, la grande coalizione non pare praticabile. Così, formalmente, si rispetta colui che le elezioni le ha ‘portate’ a casa con il maggior numero di voti, malgrado viga lo schema ‘un terzo – un terzo – un terzo‘.

Bersani formerà un nuovo governo, iniziando di fatto a prendere in consegna l’incarico con determinazione e dando vita a quello che sarà il suo giro di consultazioni per i ministri da scegliere.

Rimane comunque l’ombra di una tornata elettorale a breve. Difficilmente la maggioranza di Bersani potrà reggere a lungo. Le premesse sono difficili e si parte con una Nazione che ha bisogno di un esecutivo ma che non ha i numeri per vederlo stabile e duraturo. L’ultima tornata elettorale, in seguito alle istanze programmatiche presentate dal M5S, è stata sinonimo di cambiamento.

Intanto, dopo i ritardi accumulati per la formazione del nuovo consiglio dei Ministri, c’è un’elezione che potrebbe slittare di una decina di giorni: ed è proprio quella del Capo dello Stato.

Tags:

Lascia una risposta