Calderoli indagato per truffa

13 gennaio 2012 13:200 commenti

Dopo aver parlato della genialata del neo ministro Filippo Patroni Griffi, colpevole di aver acquistato un appartamento vicino al Colosseo alla modica cifra di 170mila euro facendo causa allo Stato, sulle pagine di Libero troviamo un’altra notizia succulenta che ha come protagonista Roberto Calderoli. L’ex ministro per la Semplificazione Normativa sarebbe indagato dal pm romano Emanuele Di Salvo per truffa, dal momento che ha utilizzato un volo di Stato a cui non aveva diritto.


Secondo l’accusa il coordinatore delle segreterie generali della Lega Nord avrebbe causato un danno da 10.271,56 euro e per questi motivi il pm Di Salvo sta aspettando l’autorizzazione del Senato per poter procedere in giudizio.

Ovviamente la risposta dell’ex ministro non è tardata ad arrivare, infatti secondo il racconto di Calderoli la deviazione della tratta è stata necessaria per far fronte a due impegni istituzionali a cui doveva presenziare nello stesso giorno e preceduti da una visita medica. L’esposto è stato presentato alla procura di Saluzzo da Fabrizio Biolè, eletto in consiglio regionale del Piemonte con il Movimento 5 stelle e successivamente preso in consegna dal tribunale dei ministri, che ha iniziato le indagini preliminari ascoltando come testimoni tre sovrintendenti di polizia. Secondo quello che emerge dalle deposizioni dei testi Calderoli si sarebbe trattenuto circa un ora presso un’abitazione privata, dove sul citofono non comparivano denominazioni di uffici pubblici.






Tags:

Lascia una risposta