Chi saranno i nuovi ministri?

26 aprile 2013 15:290 commenti

enrico letta

Il premier è stato nominato e con questo è stato fatto il primo passo che porterà alla formazione del nuovo esecutivo. I tecnici del governo Monti stanno smantellando i loro uffici per lasciare il posto ai nuovi arrivati che saranno nominati in queste ore.

► Enrico Letta accetta con riserva l’incarico di formare un nuovo governo

Ad Enrico Letta il difficile compito di mettere d’accordo le tante voci discordanti che affollano le aule del governo. Tutti sperano che il giovane primo ministro italiano sia in grado di portare avanti questo difficile compito: la creazione di un esecutivo diverso che sia capace di amministrare il paese e di tirarlo fuori da questa crisi che sta minando la sua sopravvivenza e che questo stallo politico non ha certo contribuito a migliorare.

Ma chi sono i politici che si stanno contendendo le poltrone da ministri? I nomi sono tanti e ognuno dei tre partiti che sono usciti vincitori dalle elezioni cercano di portare acqua al loro mulino. E’ possibile comunque abbozzare una prima lista, anche se ancora è tutto possibile.


Secondo quanto trapela al momento per il ruolo di vicepremier potrebbe essere scelto Angelino Alfano, che si contende il posto con Mario Mauro di Scelta Civica.

Agli Interni si prospettano il nome di Anna Maria Cancellieri, che rimarrebbe così al posto che le affidò Mario Monti. Per il ministero della Giustizia il favorito sembra essere Michele Vietti, il vicepresidente del CSM. Contesa tra Giuliano Amato e Fabrizio Saccomanni la poltrona del ministero dell’Economia.

► Dichiarazione dei redditi leader politici 2012

Agli Esteri da tempo si vocifera che il favorito possa essere Massimo D’Alema. Il ministero della Difesa potrebbe essere affidato a Renato Schifani o a Franco Frattini, quello del Lavoro a Stefano Fassina, l’Istruzione a Maria Carrozza e il ministero dei Beni Culturali, invece, potrebbe vedere la direzione di Ilaria Borletti Buitoni, ex presidente del Fai.

 






Tags:

Lascia una risposta