Concorso per donna vicesindaco di Sgarbi

30 dicembre 2011 11:250 commenti

Quando una società è in crisi accadono cose strane.

Può accadere che un show televisivo, che per anni è stato campione d’ascolti, il cui obiettivo dichiarato è quello di “spiare” la vita dei concorrenti rinchiusi in una casa (stiamo parlando de Il Grande Fratello) inizi ad annoiare il pubblico, forse più preoccupato di capire cosa accadrà al proprio posto di lavoro, oppure se e quando riuscirà ad andare in pensione.

Ma può anche accadere, nel paese delle “videocrazia” che la vita “vera” assuma i connotati dello show televisivo infatti, che sia una provocazione o meno, Vittorio Sgarbi, che dal 2008 è sindaco di Salemi, vista l’impossibilità di trovare una convergenza politica sul nome del vicesindaco da designare ha deciso di indire un “concorso” pubblico, e questo già basterebbe a classificare l’operazione come singolare, ma il noto critico d’arte, che forse è ancora più noto in qualità di provocatore, ha deciso di riservare la “selezione” alle sole candidate di sesso femminile e di età compresa tra i 25 e i 45 anni.

Naturalmente le domande dovranno essere corredate di curriculum e foto dall’aspirante vicesindaco, e potranno essere spedite entro il 20 gennaio alla mail ufficiale del sindaco di Salemi.

Non si sono fatte andare le reazione di sconcerto, in primis da parte del movimento “Se Non Ora Quando?” che per voce della sua fondatrice Alessandra Notarbartolo dichiara inaccettabile la provocazione di Sgarbi, soprattutto in riferimento all’ipotetica commissione di valutazione chiamata ad esaminare le canditate alle quali non sarebbe richiesto alcun titolo.

Fanno inoltre sapere di essere del tutto estranei all’operazione anche l’on.Italo Bocchino e il Sindaco di Castelvetrano Pompeo, chiamati in causa proprio dal primo cittadino di Salemi in qualità di membri della suddetta commissione.

Tags:

Lascia una risposta