Cosa sta succedendo alla politica estera italiana ed europea

2 settembre 2014 11:320 commenti

La politica estera italiana sta diventando protagonista delle prime pagine dei giornali, soprattutto in relazione a due eventi: la nomina di Federica Mogherini in Europa e il malore che ha interessato uno dei due marò in India.

Guerra in Libia

Federica Mogherini è stata nominata Alto rappresentante della Politica Estera Europea e per questo sarà sostituita in Italia per andare a rendere il suo servizio nell’UE. Federica Mogherini si era occupata molto della questione dei due marò e forse anche questa tessitura diplomatica l’ha messa in evidenza in Europa. Si apprende però che ancora poco è cambiato sul piano della giustizia internazionale e addirittura la faccenda si è fatta più complessa con l’attacco ischemico di carattere transitorio che ha colpito Massimiliano Latorre, uno dei due marò.

> Latorre, uno dei marò, ricoverato per un’ischemia a New Dheli

Ma cosa sta succedendo in politica estera? Sicuramente si segue con molta attenzione la situazione russa dopo le dichiarazioni bellicose di Putin che ha detto di poter prendere Kiev in due settimane se fosse nelle sue intenzioni. I leader europei sono spaccati sulla linea da avere nei riguardi della Russia: c’è chi come Tusk predilige la linea dura contro Putin e chi come Ungheria, Slovacchia e Cipro frena sull’inasprimento delle sanzioni per evitare ritorsioni economiche da parte della Russia da cui dipendono fortemente, soprattutto per l’energia.

Chi sono gli immigrati che arrivano in Italia

La Nato sta preparando una forza di reazione rapida per tenere testa alla Russia mentre da Kiev sono preoccupati che si vada verso una nuova “grande guerra”. La Mogherini è secca a riguardo: se Mosca non è più un partner strategico dell’UE, la colpa è soltanto della Russia.

Rimanendo in America scopriamo che il Pentagono sta per lanciare un’operazione contro al Shabaab in Somalia dove c’è una rete islamista che il governo USA ha inserito tra i gruppi terroristici più pericolosi già nel 2008.

Lascia una risposta