Dell’Utri non si candida

20 gennaio 2013 11:000 commenti

Marcello Dell’Utri dice poche ma significative parole, poi ammaina la vela: “Finisce qui, ritiro la mia candidatura”.

Così si è espresso il senatore del Popolo Delle Libertà durante una intervista al Fatto Quotidiano.

I motivi? Dell’Utri ha spiegato che Berlusconi continua a dirgli che è possibile trovare una soluzione e che c’e’ tempo sino a lunedi’ sera. Nonostante queste rassicurazioni, ormai Dell’Utri ha deciso: non si presenterà alle elezioni.

Capro Espiatorio


La sua scelta è frutto di un’accurate riflessione. Sa bene che il Popolo delle Libertà sta prendendo quota nei sondaggi e che vincere non e’ impossibile, ma rimane alquanto “improbabile”. Così, Dell’Utri si chiama fuori da possibili scenari che potrebbero ritorcersi contri di lui nel caso in cui le cose andassero male: “Non voglio fare da capro espiatorio, non voglio che si dica: ‘Abbiamo perso per colpa di Dell’Utri’ ”.

La scelta è stata presa anche perché Dell’Utri sente che l’Italia è al capolinea: “Se non fossi stato in Parlamento, e’ vero, sarei gia’ finito in galera. Ma ora non serve piu’ a niente”. Anche perché qualora arrivasse la condanna definitiva ”Non ci sarebbe scudo in grado di reggere, neanche quello parlamentare”.

Dell’Utri è comunque ottimista, spera che i giudici capiscano che quelle accuse non esistono e in ogni caso non ha paura.

 






Tags:

Lascia una risposta