Divorzio breve approvato dalla Camera

24 febbraio 2012 13:000 commenti

Divorzio breve: primo sì alla Commissione Giustizia della Camera.

Un sì bipartisan che ha trovato l’approvazione del Pdl e del Pd: se il testo dovesse passare, molte cose cambieranno. Secondo il testo, sarà necessario un anno per divorziare, due in caso di presenza di minori. In realtà il testo che accorcia i tempi di divorzio si basa su due articoli in particolare, andando a diminuire il tempo che intercorre dallo status di coppia separata a coppia divorziata. Il testo prevede anche la possibilità di scioglimento della comunione fra i coniugi se il giudice li autorizza a vivere separatamente. Nonostante il sì bipartisan non sono mancati i no presentati da Leghisti e Radicali: i leghisti hanno presentano correzioni che annullerebbero di fatto il testo, mentre i Radicali hanno chiesto il divorzio lampo, contrari anche all’anno di transizione dalla separazione al divorzio.

Prima del sì alla Camera era stato anche respinto un emendamento di Paola Binetti (Udc) con cui si manteneva a tre anni lo status di coppia separata prima del divorzio in caso di presenza di figli piccoli. Soddisfatti per il primo risultato positivo Maurizio Paniz (Pdl) e il capogruppo Pd in commissione Donatella Ferranti.

Ma non tutti la pensano allo stesso modo: Maurizio Gasparri del Pdl ha già annunciato battaglia in Senato, convinto a non farla passare a Palazzo Madama anche dopo l’approvazione a Montecitorio. La realtà però è che, secondo l’Istat, un matrimonio su quattro finisce male: le coppie sposate si lasciano a tutte le età e anche dopo 18 anni di vita insieme.

Tags:

Lascia una risposta