Elezioni 2013 scontro Bersani – Berlusconi

26 febbraio 2013 00:340 commenti

Al momento, vista l’incapacità di avere una maggioranza al senato, l’Italia è ingovernabile.

Il dato, parziale, si evince dopo che sono state scrutinate 50.253 sezioni su un totale di 60.431. Siamo giunti dunque a due terzi dello spoglio e i risultati sono in qualche modo allarmanti.

Ecco i dati al momento: il Centrosinistra (Pd-Sel) è a quota 31,97%, tallonato dal Centrodestra (Pdl-Lega) a 30,32% in quello che è un ‘batti e ribatti’ infinito.

Segue il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo a 23,86%, e la Lista Con Monti per l’Italia a 9,15%.


Si tratta di numeri che, in una parola sola, significano “ingovernabilità”.

Stando a quanto stabilito dalla legge elettorale, il Centrodestra, anche se ha la percentualme minore vince nelle Regioni che eleggono più senatori e così arriverebbe a 120-123 senatori a fronte dei 104 che andrebbero al Centrosinistra.

Ai progressisti non servirebbe il soccorso di Monti che con i suoi 17 senatori non sarebbe utile a raggiungere una maggioranza assoluta. Per quanto riguarda i 57 eletti accreditati a Grillo, costoro sono da considerarsi in frigo a meno di clamorose retromarce del leader del Movimento 5 Stelle. Grillo, però, ha già detto di non voler “fare inciuci con nessuno” e di considerare questa tornata, che ha consacrato il Movimento 5 stelle, come una “prova generale”.






Tags:

Lascia una risposta