Evasione fiscale e nepotismo, le critiche di Monti

12 novembre 2012 12:160 commentiDi:

Il premier Monti, parlando al trimestrale francese “Politique Internationale”, parla di due problemi italiani, di tipo culturale, molto radicati: l’evasione fiscale e il nepotismo.

“Alcune pratiche, profondamente radicate nella mentalità italiana. L’evasione fiscale o il nepotismo non sono degne di un Paese sviluppato membro del G8 e che è la seconda potenza industriale d’Europa”.

L’intervista è stata registrata più di un mese fa, ma è uscita con il trimestrale Sabato.
Il premier parla poi del suo governo, mettendo in rilievo un aspetto ancora culturale e che riguarda la mentalità degli italiani:


“Spero di aver contribuito a rendere gli italiani meno tolleranti rispetto agli abusi di potere e alla corruzione, e più rispettosi nei confronti dei loro doveri civici, a partire da quello che consiste nel pagare le tasse”.

Monti, intervenendo all’iniziativa “La società civile si incontra e propone” per via telefonica, aveva detto ai partiti di:

“Prestare meno attenzione a leadership e organigrammi e più ai contenuti. Ci sono attività di governo iniziate, ma che raccomanderei, se mai mi venisse chiesto un parere, a chi mi succederà di sviluppare e di sviluppare molto meglio e in modo molto più profondo”.

Infine, riportiamo le parole del premier che si rivolgono direttamente ai cittadini:

“Ho fatto una scoperta positiva in questa esperienza, dura per chi governa e durissima per chi è governato: non è impossibile cercare di dire la verità agli italiani e non è impossibile che la capiscano”.






Tags:

Lascia una risposta