I governatori di quattro Regioni contro il patto di stabilità

19 maggio 2013 09:530 commentiDi:

vendolaSi alza sempre più forte la protesta dei rappresentati delle amministrazioni locali italiane contro le politiche restrittive imposte dal patto di stabilità europeo. Secondo i governatori di quattro Regioni italiane, infatti, i rigori dell’ Europa stanno uccidendo gli entri locali, che a furia di interventi di riduzione dei costi e di limitazione delle spese non hanno più fondi per garantire il normale svolgimento dell’ attività di governo.

>Tagli alla sanità pubblica non solo in Italia

A dirlo, nello specifico sono i presidenti della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, Puglia, Nichi Vendola, Lombardia, Roberto Maroni, Veneto, Luica Zaia, che hanno nei giorni scorsi creato un asse bipartisan di portata nazionale che possa dare sempre più risalto a questo grave problema.


>Gli italiani si curano da Emergency

I governatori, infatti, hanno chiesto in conferenza stampa al Governo Letta di allentare la rigidità delle politiche di austerity e si sono dichiarati pronti a dar vita ad una campagna di informazione e di mobilitazione per sensibilizzare le altre rappresentanze politiche e l’ opinione pubblica su questo tema.

L’ idea di Vendola, ad esempio, è quella di raccogliere nell’ asse tutti gli alleati possibili, in modo da creare al più presto un movimento istituzionale. La necessità, anche secondo il governatore del Lazio Zingaretti è quella di superare il blocco dei patrimoni e il contenimento non utile delle spese.






Tags:

Lascia una risposta