Il Pd di Renzi resiste al 40%

23 settembre 2014 10:530 commenti

Il 40 per cento dei consensi per il Pd di Renzi. Gli ultimi sondaggi testimoniano una tenuta del Partito Democratico che non lascia spazio alla crescita dell’opposizione. Il Movimento 5 Stelle, per esempio, è bloccato al 20%.

Iraq/ Renzi si congratula con premier iracheno:

Se tutto il consenso per il Governo potesse essere riassunto dalle preferenze accordate al partito di maggioranza, allora potremmo stare sicuri della stabilità dell’Esecutivo di Renzi che secondo gli ultimi sondaggi è fisso al 40 per cento, allontanando con nonchalance l’ipotesi delle elezioni anticipate.

> PD, Richetti, vicino a Renzi, indagato per peculato

Prima di entrare a pieno titolo nell’autunno, che come al solito si preannuncia caldo, otto istituti demoscopici hanno fatto una ricerca sulle intenzioni di voto degli italiani. Si tratta di Lorien Consulting, Demopolis, Demos&Pi, Datamedia, Piepoli, Ipsos, Swg e Ixè. Le elezioni europee sono state abbondantemente archiviate ma il Pd tiene ancora: il consenso per i Democratici è al 40%, ben al di sopra dei Cinque Stelle che si fermano al 20,3% e di Forza Italia, piantata sul 16%.


> Bersani boccia l’atteggiamento di Renzi sull’articolo 18

È chiaro che stiamo parlando di dati medi. Il Pd, per esempio, per Swg oscilla in un range tra il 37 e il 42 per cento. Il Movimento Cinque Stelle è tra il 19 e il 21 per cento. Forza Italia si assesta tra il 14,5 e il 18,6 per cento. La forbice tra le coalizioni, dunque, resta molto ampia e il centrosinistra, al momento, appare la compagine più forte. Potrebbe consolidare la sua posizione rispolverando vecchie alleanze, magari tendendo la mano a Sel come nel 2013. Il partito di Vendola, infatti, si muove tra il 2 e il 4 per cento.

Il centrodestra allargato, con Nuovo Centro Destra, Lega Nord e Forza Italia non va oltre il 31 per cento, complice del declino di Fi che non è opportunamente controbilanciato dalla timida ascesa della Lega Nord.






Tags:

Lascia una risposta