Il Porcellum sarà corretto entro l’estate

22 maggio 2013 17:020 commenti

enrico letta

Il vertice in Parlamento di oggi è andato a buon fine. Entro il 31 luglio sarà inoltrato a Camera e Senato il Disegno di legge costituzionale per stabilire il percorso sulle riforme istituzionali

Governo e maggioranza sono pronte ad una correzione del Porcellum entro i mesi caldi dell’anno, in concomitanza con l’inizio del percorso delle riforme di natura costituzionale.

Tutto pronto, dunque, per avviare la doppia lettura e porre delle modifiche minime.

Oggi è stata fissata la mappa d’azione, durante il vertice di maggioranza tenutosi a Palazzo Chigi.

Per il Ministro Dario Franceschini si è trattato di “Una riunione molto positiva su una materia che viene da una lunga storia di fallimenti ma il governo ha deciso di essere parte attiva”.


Franceschini, così come il Ministro Quagliarello, ha dichiarato che alla fine del percorso costituzionale sulle riforme, che contempla temi quali la riduzione del numero dei parlamentari e il superamento del bicameralismo, ci sarà un referendum confermativo a prescindere dal quorum.

Per Enrico Letta dal successo di queste modifiche costituzionali dipenderà il futuro del governo. In gioco c’è la vita dell’esecutivo, nonché della legislatura.

Renato Brunetta, capogruppo del Popolo delle Libertà alla Camera ha dichiarato che c’è l’intesa per una riforma minimalista in grado di ‘ricostituzionalizzare’il porcellum. Riforma che potrebbe essere utilizzata se si andrà alle elezioni in tempi brevi, mentre la riforma elettorale più organica avverrà dentro le riforme istituzionali.






Tags:

Lascia una risposta