Italia rischia commissariamento Ue

30 settembre 2013 18:580 commenti

enrico letta

Il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, appare molto preoccupato per l’incessante crisi di governo. “Mi auguro che il senso di responsabilità di chi ci governa prevalga: non vorrei che ci ritrovassimo nella stessa situazione dell’ottobre 2011”, ha dichiarato Squinzi concludendo: “Non tocca noi esprimere giudizi su Berlusconi o di tipo politico”.


A Squinzi è stato chiesto quali secondo lui sono le cause dell’attuale situazione politica, e il numero uno di Confindustria ha risposto: “non tocca a noi esprimere giudizi di tipo politico, la cosa che noi riteniamo fondamentale è che il decreto sulla legge di Stabilità sia realizzato con le decisioni giuste che noi abbiamo già indicato al governo Letta”.

Nel frattempo da Roma Angeletti, durante una conferenza stampa con gli altri sindacati, ha affermato che “l’alternativa a un governo vero è un commissariamento vero da parte della troika che farà scelte che mal si conciliano con gli interessi degli italiani”. Angeletti, insieme con i segretari generali di Cgil e Cisl, Susanna Camusso e Raffaele Bonanni, ha annunciato assemblee permanenti e presidi e volantinaggi sabato e domenica per protestare con la “irresponsabilità” che ha portato alla attuale situazione.






Tags:

Lascia una risposta