La candidatura di Berlusconi e i rischi per l’Italia

11 dicembre 2012 13:060 commentiDi:

 

 

Dopo la dichiarazione di Berlusconi in cui annunciava la sua candidatura alle prossime elezioni politiche, e dopo che il Pdl ha fatto venir meno il suo appoggio al governo Monti, molte cose in politica sembrano cambiate. Monti si è dimesso e resterà al governo solo fino all’approvazione della Legge di Stabilità.

Monti da Napolitano

E oggi i mercati hanno manifestato tutta la loro preoccupazione per la situazione italiana, con gli investitori che dimostrano la loro sfiducia. La borsa è andata giù e lo spread e risalito fino a sopra i 350 punti.

Berlusconi in campo e Monti a casa fanno tremare i mercati


Berlusconi comunque non ci sta ad essere accusato di rappresentare la causa dell’aggravarsi della crisi economica in Italia e di essere un pericolo per l’Europa intera. Il cavaliere in una intervista ha affermato: “Per quanto mi riguarda sono sempre stato un europeista convinto e mi sono sempre battuto per un’Europa meno burocratica e più unita politicamente, con una politica monetaria unica, con una politica estera unica, con una politica della difesa unica, e quindi una Europa che conti di più sulla scena internazionale”.

Per il presidente del Parlamento Europeo il suo ritorno è una “minaccia” e i giornali europei sono più o meno sulla stessa linea. Ma Berlusconi risponde e va avanti per la sua strada: “Le reazioni eccitate e fuor di luogo di alcuni politici europei e di alcuni quotidiani stranieri alla notizia di un mio impegno rinnovato nella politica italiana risultano offensive non tanto nei miei confronti personali quanto per la libertà di scelta degli italiani”.

Nei prossimi mesi e con le elezioni politiche vedremo gli italiani che idea si sono fatti.

 






Tags:

Lascia una risposta