La Perego “Presta” un candidato sindaco a Cosenza: lo ha deciso Renzi

22 febbraio 2016 09:420 commenti
Lucio Presta

E’ stato direttamente il presidente del Consiglio Matteo Renzi a chiedere a Lucio Presta, marito della nota conduttrice Paola Perego, di candidarsi a sindaco alla prossime elezioni che si terranno a Cosenza. La scelta del capoluogo di provincia calabrese non è affatto casuale. Presta, infatti, è nato e ha mosso i suoi primi passi proprio a Cosenza, città alla quale è ancora molto legato. Anche la scelta del Partito Democratico non è casuale visto che Presta è sempre stato considerato un uomo di sinistra anche se non ha mai messo in risalto quelle che sono le sue idee politiche avendo sempre mantenuto un atteggiamento estremamente professionale. La brava di Lucio Presta è del resto molto nota e per lui parlano i tanti pezzi da novanta della sua scuderia. Personalità del calibro di un Roberot Benigni o di una Mara Venier, infatti, hanno da tempo scelto proprio Lucio Presta come manager di riferimento.


La decisione di Renzi di ricorrere a Presta per rilanciare il Partito Democratico a Cosenza non è però andata giù allo stesso PD locale che avrebbe voluto una scelta certamente più collegiale. Renzi, invece, ha visto in Lucio Presta la possibilità di ripetere quello che è già avvenuto a Bergamo. La città lombarda, infatti, è passata direttamente dal centrodestra al centrosinistra grazie all’affermazione di Gori. Si profila quindi un muro contro muro tutto interno al Partito Democratico ma Renzi, come sempre, non sembra guardare a quelle che sono le singole riluttanze della base analizzando tutto per grandi disegni. Per il premier Presta è l’uomo giusto al posto giusto per fare la differenza. Nessuna importanza sembra inoltre avere il fatto che nella città calabrese il PD sia completamente sganciato dal Nuovo Centro Destra di Alfano che, già da tempo, è schierato con la matrigna Forza Italia. Un caso tutto particolare, quindi, che Renzi pensa di risolvere con un uomo tutto particolare ossia Lucio Presta.

 






Tags:

Lascia una risposta