Le 9 migliori battute fatte all’estero dopo risultati elezioni italiane 2013

28 febbraio 2013 12:520 commenti

Le ultime elezioni italiane hanno avuto risvolti a dir poco drammatici e, come spesso succede, c’è chi dall’estero prende in giro il nostro Paese. Non sempre in maniera simpatica, peraltro. Ieri, ad esempio, Giorgio Napolitano ha chiesto rispetto per l’Italia dopo l’offesa ricevuta da Steinbruck, avversario di Angela Merkel alle prossime elezioni in Germania.

In tutto il mondo si sono scatenati, al punto che abbiamo scelto le 9 battute migliori dopo il risultato del voto.

1) È come se in Egitto Mubarak prendesse il 31% dopo la rivoluzione.

2) Ma quanto costa un governo? Ve lo compriamo noi!

3) Come si fa a comprarvi così con due lire? Quanto può essere l’IMU sulla prima casa? Duecento euro? Spalmati in cinque anni di governo sono tre euro al mese. la paghetta a mio figlio per fargli rifare il letto è cinque volte tanto.

4) Sono francese e non ho mai seguito la politica italiana, ma forse voi italiani siete ancora più francesi di me.

5) Per voi italiani all’estero è arrivato il momento di tornare in Italia (a prendere le vostre cose).

6) Comunque la scelta di candidare un comico professionista è geniale, come dire “se dobbiamo far ridere basta mezze misure”.

7) Le borse sono contente di come avete votato, il vostro sarà il primo Paese in cui le rate dei mutui saranno più alte del costo delle case.

8) Nei fumetti a questo punto si accende il batsegnale.

9) Siete come quelle ragazze che vogliono farsi mettere incinta da uno ricco per starsene a casa a non fare un cazzo, siete al settimo figlio a carico vostro ma non abbandonate la convinzione che questo piano possa funzionare.”

Tags:

Lascia una risposta