Home / Politica italiana / Milano, il giustiziere Sicignano si dà alla politica e chiede: diritto alla proprietà privata

Milano, il giustiziere Sicignano si dà alla politica e chiede: diritto alla proprietà privata

Francesco Sicignano, il pensionato di 65 anni di Vaprio D’Adda che alcuni mesi fa uccise un ladro che stava tentando di rubare nella sua abitazione, si candida nelle liste di Forza Italia per le elezioni amministrative che, in primavera, dovranno portare alla nomina del nuovo sindaca del capoluogo lombardo.

Sicignanno ha reso nota la sua decisione durante una conferenza stampa alla quale hanno partecipato i vertici locali e regionali di Forza Italia. Il programma politico del pensionato di 65 anni ruota tutto attorno alla difesa del diritto alla proprietà privata.

Già nei giorni immediatamente seguenti al terribile fatto di sangue anche aveva visto il pensionato sua malgrado protagonista, Sicignano aveva rivendicato a chiare lettere il diritto degli italiani a difendere le proprie case anche sparando e aveva affermato il dovere dello stato a tutelare i propri cittadini con leggi chiare e applicando il principio della certezza della pena.

Nella campagna elettorale per il rinnovo del consiglio comunale di Milano la certezza della pena e la necessità di poche, semplici e chiare leggi saranno il punto di forza del programma politico di Sicignano.

Il pensionato giustiziere aveva provocato non poche polemiche per il suo modo di fare molto spicciolo. Durante numerose ospitate in televisione, il pensionato era riuscito a catturare una vastissima fetta di pubblico usando parole semplici e parlando al cuore delle persone. La sua azione comunicativa, però, non era andata giù a chi, pur riconoscendo le ragioni dell’uomo e di tutti gli italiani nelle sue stesse condizioni, si preoccupa dell’effetto far west che un simile modo di agire può comportare.

Nella conferenza stampa di presentazione della sua discesa in campo, Sicignano ha anche affermato di essere sempre stato un ammiratore del messaggio politico e della storia personale di Silvio Berlusconi. La discesa in campo con Forza Italia è una mezza sconfitta per la Lega Nord. In molti infatti pensavano che Sicignano avrebbe abbracciato Salvini.

 

Loading...