Ministro Welfare Elsa Fornero presenta in lacrime la manovra

5 dicembre 2011 18:473 commentiDi:

L’adozione delle nuove misure draconiane intraprese dal Governo Monti, per fare fronte alla gravissima crisi, è stata marcata dalla commozione del ministro del Welfare, Elsa Fornero, nel momento in cui spiegava i grossi sacrifici che dovranno affrontare anche i pensionati non benestanti.

Il ministro Elsa Fornero, considerata come una delle principali esperte in materia di pensioni, ha dovuto interrompersi, sopraffatta da una forte commozione, nel bel mezzo di una frase in cui sottolineava quanto, l’inasprimento del nuovo sistema pensionistico, le “è costato psicologicamente.”

Ed è stata proprio la parola “sacrifici” che non è riuscita a pronunciare il ministro, in occasione della conferenza stampa per la presentazione della nuova manovra finanziaria del Governo Monti, trasmessa in diretta dalle numerose tv nazionali.

Elsa Fornero è scoppiata in lacrime mentre precisava che anche le pensioni basse (dai 936 euro in su), non sarebbero più state indicizzate in base all’inflazione, già a partire dal 2012.

Il primo ministro, Mario Monti, quindi, ha preso subito la parola commentando con una leggera punta di ironia: “il ministro ha trasmesso con efficacia la nozione di sacrificio.”

Articolo correlato: Manovra Monti piano di rigore da 20 miliardi

Ultimo aggiornamento 05 dicembre 2011 ore 19,50

Tags:

3 commenti

  • Grande donna, grandi emozioni ! ! !

  • Sono finalmente (di nuovo) orgogliosa di essere italiana.!
    al di là del contenuto della manovra, criticabile per molti aspetti, non posso che essere riconoscente al Presidente della Repubblica per aver saputo creare le condizioni di voltare pagina e far conoscere al mondo intero italiani ALTRI che sanno esprimere dignità; intelligenza, serietà; e anche EMOZIONI!

  • Ho trovato un’autentica maialata il blocco dell’adeguamento delle pensioni….tralasciando altre opportunità meno miserabili. Che questo lo abbia fatto una tizia che poi piange……è anche peggio!!!!

Lascia una risposta