Monti chiede aiuto all’Europa

11 gennaio 2012 09:470 commenti

Mario Monti ha consegnato oggi al Die Welt, prima del tanto atteso incontro con la cancelliera tedesca Angela Merkel, un messaggio in cui ribadisce l’impegno preso dall’Italia per arginare la crisi e dove chiede un aiuto sostanziale all’Europa.

Il Presidente del Consiglio ha spiegato al quotidiano tedesco di non poter più chiedere altri sacrifici agli italiani in questo momento e che per questo motivo l’Ue dovrebbe essere più comprensiva riducendo il tasso di interesse, visto che il popolo sarà costretto a aumenti e rincari di ogni tipo per i prossimi anni.


Il Premier sostiene che questo impegno così gravoso per il popolo non è stato sufficientemente premiato e che se gli italiani non vedranno presto dei cambiamenti si scatenerà una protesta contro l’Europa, la Germania e la Banca centrale, promotrici dell’intolleranza dell’Ue. Monti spiega che la sua politica non potrà mai avere successo se l’Unione europea non cambierà per sempre il suo modo di pensare, infatti teme che molto presto l’Italia possa rifugiarsi tra le braccia dei populisti, dimenticando per sempre i trascorsi positivi del passato.

Il Presidente del Consiglio ha anche ribadito la potenziale efficacia del tandem franco-tedesco, ma è certo che per ottenere i migliori risultati è necessario prendere qualunque decisione di rilievo confrontandosi con tutti i Paesi dell’Ue. Monti termina la sua intervista dicendo che imporre all’Italia manovre di 40-45 miilardi di euro ogni anno per oltre un decennio significherebbe ridurla in miseria e questo non converrebbe nemmeno alla Germania, dal momento che si potrebbero creare tensioni populiste che rimetterebbero in discussione l’intera costruzione dell’euro.

Articolo correlato: Italia vuole riconoscimento dalla UE






Tags:

Lascia una risposta