Monti contro matrimoni gay

17 gennaio 2013 14:090 commenti

Mario Monti ha parlato di tutto durante ‘Lo Spoglio’, trasmissione tv condotta da Ilaria D’Amico. Dalla crisi alla sua idea di famiglia, passando naturalmente per i suoi avversari politici.

In primo luogo per Monti la crisi finanziaria è finita, ma non è finita la crisi economica. Occorre uno sforzo più imponente, che sia affrontato in egual misura da tutte le correnti politiche. Occorre soprattutto ridurre la spesa pubblica.

Il Premier uscente non ha voluto dire molto sull’attuale recessione, preferisce parlare positivo. Nel suo intervento, dopo aver stupito tutti dicendo che nel 1994 ha votato Berlusconi, Monti si è soffermato anche su altri punti delicatissimi.

NO AI MATRIMONI GAY

Monti è stato categorico: i figli “devono crescere con un padre e una madre”. Devono dunque essere un uomo e una donna a costruire la famiglia. Il ‘Professore’ è dunque contrario ai matrimoni gay. Non è favorevole neanche alle adozioni per le coppie omosessuali. I figli devono avere due genitori che non siano dello stesso sesso.

Monti, ad ogni modo ha poi lasciato un minimo sbocco dicendo che i Parlamenti possono in ogni caso cercare soluzioni diverse con strumenti diversi per nuove forme di convivenza. Il suo movimento è fatto da forme pluraliste e come tale non lascia adito ad una chiusura totale.

Tags:

Lascia una risposta