Monti non si candida, ma ci sarà

17 dicembre 2012 14:420 commentiDi:

 

 

 

 

Mario Monti si candida o Mario Monti non si candida. È questo il dilemma politico di questo periodo, quello dal quale discendono le decisioni e le strategie dei partiti. Ieri c’è stato l’incontro con Napolitano che ha affermato: “Se l’incontro di questa mattina ha fatto chiarezza, lo deve dire Monti e lo dirà Monti”.

► Monti si dimette

La sensazione è che Monti non voglia fare una propria lista, ma dettare l’agenda ai partiti e magari entrare in gioco in un secondo momento. Napolitano non è mai stato d’accordo alla discesa in campo di Monti, mentre dall’altra parte i moderati lo cercano. Il centro di Casini con l’appoggio di Montezemolo e con l’ingresso di alcuni “montiani” del Pdl sono pronti a creare le basi per Monti.

► Manovra Mario Monti ottiene la fiducia

Il ruolo politico di Monti per il futuro dovrebbe comunque rimanere super partes. Non si candiderà, ma farà un’offerta pubblica, cioè delle proposte libere a tutti i partiti cercando un’adesione. Partire dal programma e cercare il consenso intanto su quello piuttosto che sul nome, su questo riflette Monti. L’Europa, Gli Stati Uniti, il Vaticano e diversi gruppi politici italiani rivogliono Monti alla guida dell’Italia. Lui riflette, sembra non voglia calarsi da protagonista nella campagna elettorale e cerchi soprattutto un dialogo il più aperto possibile. Un programma e una proposta aperta, quindi, in cui far convogliare l’adesione dei partiti senza ricercare consenso popolare o creare una lista propria.

Tags:

Lascia una risposta