Napolitano crede nel principio di solidarietà

10 febbraio 2012 16:390 commenti

Giorgio Napolitano ha detto, nel corso del suo intervento al meeting dei presidenti ad Helsinki, che per risollevare le sorti dell’Italia è necessario il rigore unito al sostegno degli altri Paesi. Per il Presidente della Repubblica nessuna nazione, seppur grande e competitiva potrebbe mai raggiungere l’eccellenza nel contesto globale senza l’appoggio incondizionato degli altri membri dell’Unione Europea.


Napolitano ha colto l’occasione per omaggiare l’operato di Monti, infatti ha detto che l’Italia sta prendendo decisioni difficili e affrontando duri sacrifici per ridurre l’enorme debito pubblico e non gravare sulle spalle delle future generazioni. Il Capo dello Stato si mostra ottimista, infatti ribadisce che possiamo risolvere tutti i problemi esprimendo più orgoglio e fiducia nei confronti delle istituzioni e nell’Europa, visto che ci è stato garantito il massimo supporto.

Giorgio Napolitano è certo che L’Europa potrà avere un futuro solo se ci sarà massima collaborazione tra gli Stati spiegando che purtroppo, durante la crisi dell’Eurozona, si è diffusa la falsa convinzione che alcuni Paesi hanno avuto solo vantaggi dall’Euro mentre altri hanno solo pagato il conto. Durante l’incontro del gruppo ‘Arraiolos’ si è parlato anche di tolleranza e prevenzione delle discriminazioni in Europa facendo riferimento ai rapporti di vicinato tra i Paesi europei del Mediterraneo e la sponda africana.






Tags:

Lascia una risposta