Napolitano: non esiste un popolo padano ed esclude la secessione

1 ottobre 2011 13:170 commentiDi:

E’ grottesco pensare ad uno Stato Lombardo-Veneto, si può strillare ma non cambiare il corso della storia”. Ad annunciarlo il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, durante la sua visita alla facoltà di Giurisprudenza dell’Università Federico II di Napoli, ed ha aggiunto: “E’ chiaro, il popolo padano non esiste, si discute di federalismo fiscale, si chiede un livello più alto di partecipazione delle Regioni… Tutto questo è lecito, ma ove dalle chiacchiere si passasse ad atti preparatori di qualcosa che va verso la secessione, tutto cambierebbe. O questo Paese cresce insieme o non cresce!”


Attraverso queste parole, Napolitano ha espresso  esattamente il pensiero di tanti italiani.

Ma il discorso del presidente è andato ad urtare le file della Lega: il quotidiano leghista “La Padania”, il giorno dopo ha sfidato le parole del capo dello Stato, intitolando a tutta pagina Io esisto e sono padano“, e nell’articolo si legge: “Napolitano dimentica l’autodeterminazione dei popolì”. Secondo il giornale padano “Napolitano si è scatenato contro il diritto dei popoli a scegliersi l’indipendenza, il loro diritto a non mettersi una corda al collo con la classica, grossa pietra legata all’altro polo. Invece di invitare a meditare, minaccia”.

Ultimo aggiornamento 01 ottobre 2011 ore 15.20






Tags:

Nessun commento

Lascia una risposta