Pensioni rischio crisi di governo

25 ottobre 2011 10:310 commenti

Lunghe trattative sono in corso per decidere le nuove misure di contenimento del deficit pubblico richieste urgentemente dall’Unione europea, ma il governo di Silvio Berlusconi rischia di cadere.  

“Stiamo trattando, mi pare che esista l’ipotesi che il governo possa cadere, ma i margini di trattative ci sono”, ha dichiarato il ministro per le Infrastrutture Altero Matteoli. 

L’Europa, entro domani, vuole risposte concrete dal governo italiano, ma dopo il braccio di ferro di lunedì, tra Pdl e Lega sulla riforma delle pensioni l’esecutivo guidato da Silvio Berlusconi è tuttora sull’orlo del precipizio. Umberto Bossi, per la prima volta, afferma “Questa volta si rischia la crisi”. 


Matteoli, dal canto suo ribadisce “I margini di trattativa ci sono e quindi stiamo trattando. Sostanzialmente siamo tutti d’accordo che le pensioni è meglio non tagliarle, però se non si tagliano le pensioni bisogna trovare qualche altra soluzione e non è facile, dopo due provvedimenti presi a luglio e ad agosto”. 

Per la giornata di oggi, in ministro Matteoli ha escluso che possa tenersi un novo Consiglio dei Ministri, “Se si trova un accordo, il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, illustrerà domani all’Europa l’accordo raggiunto”. Ha concluso il ministro per le Infrastrutture. 

 

Ultimo aggiornamento 25 ottobre 2011 ore 12,32






Tags:

Nessun commento

Lascia una risposta