Polemiche tra Alfano e il Pd sull’Election Day

14 novembre 2012 16:070 commentiDi:

Il segretario del Pdl Angelino Alfano commenta negativamente la decisione del Ministero dell’Interno di votare nelle date del 10 e l’11 Febbraio per Lombardia, Lazio e Molise.

“Errore madornale, il governo si inginocchia a Bersani”.

Queste le parole di Alfano.
Il Pdl vuole l’Election Day tra regionali e politiche e propone di anticipare le potitiche a Febbraio o di spostare le regionali ad Aprile. Alfano punta sulla questione del risparmio e dice ironico:

“Non è che ci vuole il direttore del Fondo monetario per trovare questo risparmio”.


Alfano ce l’ha con Bersani sulla questione e afferma:

“Calcolo cinico di Bersani e del Pd e condanna l’Italia a cinque mesi estenuanti di campagna elettorale”.

Alfano ha anche parlato di “Tassa Bersani”.
Il Pd non ha comunque fatto attendere la sua replica. Parla di “ricatti” e chiede al governo di non cedere a queste polemiche.
Michele Ventura ha detto:

“Un centrodestra affogato nei litigi interni, incapace di scegliere non un candidato premier, ma anche soltanto un metodo di selezione, vorrebbe far annegare l’intero Paese. Capiamo che in casa Pdl sia complicato sciogliere, oltreché il nodo della leadership, anche quello di chi sottoporre al giudizio degli italiani nella prossima primavera. Se, in tutto questo, devono anche capire chi candidare in Lazio, Lombardia e Molise, potrebbero non implodere, com’è sotto gli occhi di tutti, ma disintegrarsi. Tutto questo, però non significa che Alfano e i suoi abbiano il potere di bloccare tutto e tutti come stanno già facendo sulla legge elettorale”.

 






Tags:

Lascia una risposta